Home
arcigaymodena
Atività luglio e corsi di settembre! PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Bignardi   
Mercoledì 08 Luglio 2015 14:13
Buongiorno a tutti,
Alcuni informazioni a seguire:
+Conferenza e cocomerata estiva sul transessualismo
+JOB: Chiamata per un nuovo webmaster
+5x1000 come devolverlo all'arcigay
+Nuovi orari di apertura Sede e Servizi Offerti
+Corsi Che si attiveranno a settembre
+Serata WIB
+Gruppi già attivi (agedo, Over50+, giovani,...)

Buona lettura,
Alberto



+Domenica 12 Luglio :
Conferenza Aperitivo: TRANS+ COCOMERATA

Conferenza a Tema Transessualismo e a seguire
Cocomerata-Aperitiva!

Un modo importante e leggero di affrontare un argomento importante in una stagione caldissima,
con la voglia di stare tutti un insieme
 

Conferenza con Milena Bargiacchi eChristian Leonardo Cristalli

Transessualismo o transessualismi?
Quali sono le parole che ci connotano?
Qual è il significato dell'esperienza trans*, in un mondo in cui le persone trans* non sono contemplate?
E ancora: Corpo sbagliato o mondo sbagliato?
A quando una piena autodeterminazione?

Dalle 19 Cocomerata aperta a tutti,
con cocomero, ovviamente,
musica, i nostri relatori disponibili per le domande,
e qualche flutè di aperitivo!
contributo 3€
(solo per la cocomerata, la conferenza è gratuita)
potete portare quello che volete da mangiare e bere!
e potete portare chi volete!


https://www.facebook.com/events/1625954834344632/





+5x1000
ti scrivo inoltre per ricordarti anche quest'anno di scegliere a chi devolvere il tuo 5x1000 quando farai la dichiarazione dei redditi.

Io ho scelto di destinarlo ad ARCIGAY che investe i soldi raccolti dal 5x1000 per realizzare importanti campagne nazionali contro l'omofobia e la transfobia, sostenere legalmente alcune persone vittime di violenze omofobiche e di bullismo ecc. 
Se anche tu condividi questo progetto scegli di destinare il tuo 5x1000 ad 

ARCIGAY, CF. 92017780377

Ricordati di scegliere, non lasciare che siano altri a scegliere per te.



+
Apertura Sede: Servizi Disponibili
Dal primo luglio, grazie ad un accordo con le realtà locali riusciamo ad aprire la sede , oltre le occasioni standard (ovvero lunedi/martedi sera e domenica pomeriggio).

Saremo aperti tutti le mattine dalle 8 alle 11.
Sarà possibile : Rinnovare la tessera , Prendere in prestito materiale audiovisivo e libri. La sede permette anche l'utilizzo del Wi-Fi gratuitamente ed è quindi possibile utilizzare l'arci anche come sala studio.

Se avete altre idee per l'utilizzo della sede comunicatecelo


+
Call Webmaster:
Stiamo cercando creativ* per la gestione e il rinnovo dei contenuti dei nostri siti web e per la creazione di grafiche.

Compila il modulo per candidarti e per farci conoscere le tue esperienze nel settore.

modulo ONLINE candidatura



+Corsi a Settembre:
A settembre inizieremo con i corsi :
+ Inglese Base e Medio : per iscriversi Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   (5€ a lezione per tesserati Arcigay, 7€ non tesserati)
+ Corso di scrittura Base: per iscriversi associazionekreattiva+ Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.     ( 21€ a lezione [di 2 h] per tesserati arcigay , 30€ a lezione non tesserati )
+ Corsi di yoga e di danza: per pre-iscriversi scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
+ Siamo disponibili ad attivare altri corsi su richiesta sia per formatori che per partecipanti scrivete a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


+Serata WIB

SABATO 18 LUGLIO
La Playa *** DESNUDA*** #lgbt #wib
(In caso di pioggia l'evento si terra' ugualmente)

INGRESSO 2€ in lista fino all' 1.00
Entrando in lista arcigay sostieni l'acquisto di preservativi e la lotta all'omo/trans-fobia

23.00 In Consolle ----> "MORINI DJ"<----
------> Alex Voice ------ Dancers <------
P.H Mattia Ardanese

21.00 Pizza + bere compr. + ingresso 12€

DRESS CODE consigliato: Tutto cio' che puo' essere inerente al giardino dell'eden.
Durante la serata verranno eletti i nostri ADAMO ed EVA

Info 324 582 0441 Veko


KYI c/o Jacopo da porto sud 489

 

Sono ovviamente attive tutte le attività ormai rodate:
+Serate Agedo : per supporto e confronto tra Genitori  (1° e 3° Lunedi sera al mese)

+Gruppo giovani : per under 28 (e solamente under 28), alla domenica pomeriggio
+Gruppo Senior : il terzo lunedì del mese   [un progetto nato a Modena che sta prendendo piede a livello nazionale, di cui siamo molto orgogliosi]

+Apertura sede: tutti i  Lunedì sera!  (per tutte le altre età! )
+Gruppo Scuola: è iniziato un corso di formazione per volontari! se vuoi partecipare scrivi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

+ Disco: Tutti i martedi (con Minerva o Madame Yoyo) ed i Venerdi con i MagaYzzini Generali di Milano

 


il Presidente
Dr. Alberto Bignardi





per disiscriverti manda un messaggio a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
se invece un tuo amico/a si vuole iscrivere è sufficiente che scriva a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. una mail vuota

 
L’ omofobia del NCD parte II° PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Bignardi   
Mercoledì 24 Giugno 2015 12:53

Modena, 23/06/2015


Oggi, ancora una volta, un preciso gruppo di persone, affiliate ad una forza politica locale, ha sputato simbolicamente in faccia alla dignità dei cittadini che millanta di voler rappresentare.


In che modo? Tramite l'affissione sul territorio cittadino e presso gli appositi spazi comunali, adibiti a tale scopo, dell'ennesimo manifesto in cui si paragona l’omogenitorialità e persino l’eterogenitorialità rese possibili dalla pratica della MATERNITA' PER ALTRI  ad una compravendita di bambini, e si propaganda il rigetto e la discriminazione non solo verso tale pratica ma verso qualsiasi tipo di unione affettiva e civile fra persone dello stesso sesso. Lo fa attribuendo al DDL Cirinnà la precisa volontà di rendere possibile tale compravendita, piuttosto che tentare di ridurre il divario, umanamente e giuridicamente inaccettabile, fra i diritti di una maggioranza e quello di una minoranza dei cittadini, trattati come una “serie B”, e da tali manifesti vituperati come pericolosi criminali, invece che come persone desiderose di difendere la famiglia che hanno già o appellarsi al desiderio ma soprattutto al diritto di averne una.


Quindi, uno sputo in faccia ad una minoranza di cittadini, gli omosessuali, ma non di tutta la cittadinanza? Sbagliato.


Lo è nei confronti della Carta d’Intenti della RE.A.DY, la Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, sottoscritta dall’attuale Amministrazione del Comune di Modena, in particolare l’impegno a concretizzare “azioni volte a promuovere l'identità, la dignità e i diritti delle persone lgbt e a riconoscere le loro scelte individuali e affettive, nei diversi ambiti della vita familiare, sociale, culturale, lavorativa e della salute”, e ad assumere un ruolo concreto in quanto “interlocutore attivo per l’affermazione dei diritti di piena cittadinanza delle persone lgbt e per il superamento delle discriminazioni”.


Lo è nei confronti della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea, che afferma che “È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l'età o le tendenze sessuali.”


Lo è verso il diritto di ogni individuo a non essere discriminato in base a religione, etnia, razza o sesso, sancito dalla Dichiarazione per i Diritti Umani, redatto dalle Nazioni Unite nel 1948, dopo l'orrore nazi-fascista, che ha visto fra le sue vittime oltre ad ebrei e altri gruppi anche gli omosessuali.


Ed è triste constatare come ancora nel 2015 si sputi in faccia a chi non voleva e non vuole il ripetersi di quell'orrore. Un manifesto del genere per altre minoranze, ora tutelate, come gli ebrei, sarebbe impensabile. Non per noi, non ora, non ancora.


Ora basta. Chiediamo a tutte le forze politiche di schierarsi a favore di una Modena libera dalla discriminazione e che guardi al rispetto di tutte e tutti i cittadini, che non permetta più sputi in faccia a loro e alla loro umanità, qualsiasi sia il loro orientamento sessuale o identità di genere.

Chiediamo all'amministrazione di far valere la propria adesione alla Rete RE.A.DY e far rimuovere i cartelli in questione. E chiediamo a tutte e tutti i cittadini che credono nei valori sopra riportati e che quindi sono stati colpiti da questo sputo di pulirsi la faccia, assieme a noi, e dire basta. Ora basta.

Alberto Bignardi e Francesco Donini

Presidente e Vicepresidente Arcigay Modena “Matthew Shepard”

 
L’ omofobia del NCD PDF Stampa E-mail
Scritto da L.C.   
Lunedì 01 Giugno 2015 07:44

Pubblichiamo questa intervisita:


Dopo la campagna contro l ‘omofobia del comune di Modena, il NCD si scaglia contro le famiglie omosessuali provocando la reazione di cittadini e artisti sconcertati da tanto odio.


Dopo la campagna contro l’omofobia del comune di Modena “Siamo tutti uguali diversi” NCD lancia una campagna omofoba tappezzando la città di cartelloni contro le famiglie omosessuali, il matrimonio e l’adozione, agitando lo spauracchio della gestazione per altri che agli occhi del NCD diventa “ vendita di bambini”.

Molti cittadini sentitesi offesi da un tale messaggio d’ odio hanno ridicolizzato i cartelloni tramite i social e hanno cancellato le frasi omofobe. Abbiamo intervistato il presidente di Arcigay Modena, Alberto Bignardi

Cosa ne pensa dell’ iniziativa del NCD ? “Sicuramente l’ iniziativa è una risposta epidermica al fatto che la città si stia muovendo verso una direzione più gentile e umana . è un peccato vedere come Giovanardi (Sen. NCD) pensi che una società migliore sia quella aggressiva verso una parte della popolazione.”

Si aspettava una tale reazione di sostegno alle coppie omosessuali da parte dei suoi concittadini? “Onestamente non me lo aspettavo, penso che in realtà la novità che da la misura della cittadinanza è il fatto che buona parte dei cittadini si sono mossi a strappare quei manifesti, a modificarli e a farci ironia. Mi sarei aspettato dal sindaco la rimozione dei manifesti perché sono evidentemente discriminatori ma questo non è avvenuto e dimostra come la comunità civile sia più avanti della parte politica. Ci sono state madri che hanno strappato i cartelloni perché non vogliono che i loro figli crescano in una società discriminatoria. Abbiamo inoltre ricevuto il sostegno di varie associazioni dall Arci, all’Unione delle donne italiane passando per la rete degli studenti.”

Come pensate di contrastare, come associazione, questi rigurgiti omofobi?

“Come associazione richiederemo la rimozione dei manifesti, tuttavia siamo molto felici che tutte le forze politiche abbiano contestato la campagna del NCD .”

I diritti civili degli omosessuali in Italia rimangono fortemente ostracizzati, tuttavia le associazioni cittadine riescono grazie alla loro presenza sul territorio a risvegliare le coscienze delle persone e le comunità si sollevano contro la discriminazione.

 

L.C.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 01 Giugno 2015 07:44
 
«InizioPrec.12Succ.Fine»

Pagina 1 di 2
 

Da non perdere:

<<  Agosto 2015  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
181920212223
24252627282930
31      

Login



Chi è online

 4 visitatori online