Home Chi era Matthew Shepard
Matthew Shepard PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 09 Ottobre 2006 07:49
Matthew ShepardMatthew Shepard aveva 21 anni, era un ragazzo di corporatura piccola, studiava all’università di Laramie nel Wyoming.
Prima dell’università aveva studiato in europa in Svizzera.
Una sera, in un locale, conosce due ragazzi, Aaron James McKinney e Russell Henderson. Si mettono a parlare e alla fine tutti e tre si allontanano. Non si sa esattamente cosa si siano detti e per quali motivi Matthew li abbia seguiti. Matthew era gay, gli altri due no. Uno dei due, chissà, forse ha ancora in mente le parole d’odio lanciate da un senatore repubblicano degli States, e ritiene che a questo male bisogna trovare una cura. Estrae così una pistola e colpisce Matthew alla testa. Probabilmente perde conoscenza. Viene caricato sulla macchina dei suoi aguzzini e portato fuori inuna zona isolata. Non si sa esattamente cosa accadde. Sicuramente viene colpito altre decine di volte. Il medico chiamato a testimoniare sulle condizioni di salute che Matthew aveva al suo arrivo in ospedale, erano così gravi che sicuramente dopo i primi colpi aveva perso conoscenza e non si era più ripreso. I due Aaron e Russel, però non si fermano a questo. E come facevano i loro nonni, attaccando alle palizzate del ranch i corpi dei predatori delle loro mandrie per ammonire gli altri di quello che sarebbe potuto accadergli, anche loro hanno legato il corpo ormai esanime di Matthew. Un messaggio a chi provoca la loro virilità.
Matthew ShepardE su questa teoria, gli avvocati difensori hanno cercato di giustificare questo delitto. Hanno provato a dimostrare che i due quando hanno compiuto quell’atrocità erano stati presi da quello che definiscono “gay panic”. Panico da gay.
Era il 6 ottobre del 98. Dopo 18 ore un passante in bicicletta vede questa strana figura attaccata alla staccionata. Si avvicina. Il ragazzo è ancora vivo. Respira a fatica. Arrivano i soccorsi. Dopo pochi giorni Matthew muore. E’ il 12 ottobre del 98.
Molti testimoni però hanno visto cosa accadde quella sera nel locale, con chi Matthew stava parlando e con chi si era allontanato. La polizia arriva facilmente ai due colpevoli. Le loro due fidanzate vengono anch’esse denunciate per favoreggiamento, occultamento di prove e per aver depsitato le indagini.
Nei primi mesi del 99 Russel Henderson è dichiarato colpevole e condannato a due ergastoli. Qualche mese dopo Aaron James McKinney ottiene la stessa condanna. Entrambi rischiano la pena di morte, ma un grande movimento contro la pena capitale che vede tra i protagonisti la maggioranza del movimento omosessuale americano ed internazionale, salva la vita ai due omicidi.
Abbiamo deciso di ricordare Matthew Shepard dedicandogli il nome della nostra associazione, perché riteniamo, come ha dichiarato suo padre Dennis Shepard apprendendo la sentenza di condanna di McKinney, che Matthew “è diventato un simbolo, un simbolo contro l'odio e contro le persone come lei, un simbolo che incoraggia al rispetto per l'individualità, per apprezzare il fatto che qualcuno è diverso, per la tolleranza”.
Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Aprile 2009 12:46
 
 

Da non perdere:

<<  Novembre 2014  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
2425262829

Login



Chi è online

 9 visitatori online