Questo sito web utilizza i cookie per migliorarne la vostra esperienza. Si suppone che tu sia d'accordo, ma si può scegliere di no se lo si desidera.

Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere

In questi ultimi anni diverse amministrazioni locali e regionali hanno avviato politiche per favorire l’inclusione sociale delle persone omosessuali e transessuali, sviluppando azioni positive e promuovendo atti e provvedimenti amministrativi che tutelassero dalle discriminazioni.

In Italia, infatti, le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender (lgbt) non godono ancora di pieni diritti e spesso vivono situazioni di discriminazione nei diversi ambiti della vita familiare, sociale e lavorativa a causa del perdurare di una cultura condizionata dai pregiudizi. Risulta pertanto importante l’azione delle Pubbliche Amministrazioni per promuovere sul piano locale politiche che sappiano rispondere ai bisogni delle persone lgbt, contribuendo a migliorarne la qualità della vita e creando un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi. L’affermazione dei diritti delle persone costituisce infatti il presupposto per la costruzione di una compiuta cittadinanza.

Al fine di dare visibilità a quanto è stato fatto in alcune realtà locali e diffondere buone prassi su tutto il territorio nazionale è stata istituita dal giugno 2006 una Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni, al fine di valorizzare le esperienze già attuate e adoperarsi perché diventino patrimonio comune degli Amministratori pubblici locali e regionali italiani. Un contributo importante non solo per contrastare le discriminazioni, ma anche per promuovere una cultura dell’accoglienza e del rispetto reciproco in cui le differenze siano considerate una risorsa da valorizzare.

La RE.A.DY mette in contatto le pubbliche amministrazioni impegnate nella promozione dei diritti delle persone Lgbt indicando anche ipotesi di intervento sul territorio, come azioni volte a promuoverne identità, dignità, diritti, e a individuarne i bisogni; interventi di informazione e sensibilizzazione pubblica; azioni specifiche rivolte al personale impegnato in campo educativo, scolastico, socio assistenziale e sanitario; azioni di informazione e prevenzione sanitaria e interventi rivolti al mondo produttivo sui temi del diritto al lavoro delle persone Lgbt; operazioni di contrasto alle discriminazioni multiple.

Consapevole della necessità di queste attività, il Comune di Modena ha aderito il 4 dicembre 2014 alla Carta d’Intenti di RE.A.DY (clicca qui per scaricare il documento in pdf), e ha contestualmente attivato un Tavolo di Lavoro Permanente di Dialogo con le locali associazioni LGBT, al fine di sviluppare e promuovere un percorso ed un lavoro comune che coinvolgano complessivamente la nostra città su questi temi.

Segreteria Nazionale

Rete RE.A.DY di Modena e Provincia

AGEDO - Associazione Genitori di Omosessuali
www.agedonazionale.org

UDI - Unione Donne in Italia
www.udimodena.org

MoReGAY
Associazione studentesca LGBT
dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
www.facebook.com/MoReGay.Unimore

Le Stereotipe
lestereotipe.wordpress.com/


FAMIGLIE ARCOBALENO
www.famigliearcobaleno.org/it/

rete genitori rainbow

RETE GENITORI RAINBOW
www.genitorirainbow.it/

sito realizzato da Paolo Bellini - paolo@uptech.it